Cookies   I display ads to cover the expenses. See the privacy policy for more information. You can keep or reject the ads.

Video thumbnail
Quando si parla di social network le persone hanno in genere 3 approcci:
1) li frequentano, attivamente
li utilizzano per parlare, mantenere vivo il proprio network di amicizie,
confrontarsi e fare le danzettine pre-accoppiamento
per convincere il partner di essere la giusta persona
sulla quale investire tempo e fluidi.
Corporei.
Insomma, rapporti umani.
Lascia perdere i fluidi corporei, non sai di cosa sto parlando.
2) Li conoscono, ma li frequentano poco
postando ogni tanto video di gatti buffi che girano in rete da 6 anni, minimo,
convinti di essere gli unici ad averli visti
e hanno un atteggiamento tipo "Sì, i social, ma non mi interessano davvero",
e 3) quelli che non li usano proprio i social
perchè non hanno nemmeno il computer
o il tablet, o il citofono, o il telegrafo.
Questi li lasciamo da parte
che tanto, anche se li stiamo escludendo,
non lo verranno mai a sapere.
L'importante è non dirlo.
Sssh!
Come i meridionali ai colloqui di lavoro.
Dal gruppo 2), utenti sporadici, continuamente,
e dal gruppo 1), lo stesso capita
che si elevino però voci su come Internet sia Internet,
quindi un luogo magico nel quale la gente scrive minchiate, fa minchiate, dice minchiate
e apertamente, con forza, manifesta le proprie minchiate,
senza che però queste incidano nel mondo reale,
come se, spento il computer, poi tutti quanti gli italiani diventassero
cittadini rispettosi, colti, onesti ed equilibrati,
anche se poco prima parlavano di cagne, croccantini e auguravano la morte ad altra gente.
"E io si che i pedofili li brucerei,
però anvedi il culo di 'sta quindicenne"
Questa roba mi affascina
e questa premessa è importante,
perché tutta la storia che sto per descrivere è avvenuta su Reddit, un forum,
e benché si parli di elezioni americane,
quindi piuttosto influenti a livello globale,
migliaia di dollari, e compagnie che smettono di fare affari con altre compagnie,
nessuno di questi personaggi si è mai incontrato
è tutto avvenuto su Internet,
tra siti, subreddit, mail e social network.
Boom! Questo tizio qui.
Palmer Luckey, cofondatore di Oculus,
azienda specializzata in creazione di visori per la realtà virtuale,
ritrovatosi improvvisamente a nuotare in una piccola pozzangherina di denaro
dopo che la compagnia è stata assorbita da Facebook
per 2 miliardi di dollari, nel 2014.
Attore numero 1.
Boom! Questo subreddit qui: The Donald,
nel quale si parla di...
quel Donald.
Sul forum appare un post nel quale si annuncia la creazione di un'azienda
che si chiama Nimble America, ovvero America Agile il quale obbiettivo è
creare meme, shit postare, trollare e più in generale fare casino
in modo da promuovere il più possibile l'elezione di Trump.
Compare quindi un sito, e la possibilità di fare donazione in denaro,
denaro che viene succesivamente utilizzato
per promuovere sui social
materiale come: meme, immagini...
Facebook prima di tutto è il posto dove si spendono i soldi,
ma anche la vita reale
come nel caso di questo cartellone
comparso a Pittsburgh.
Tra gli ipotetici creatori di questo movimento
proprio il signor Luckey,
che a corrente alternata
afferma con post e dichiarazioni a giornalisti
di essere uno dei fondatori del gruppo,
un finanziatore del gruppo,
entrambe le cose e nessuna delle due.
Questo sinché la notizia non inizia a circolare moltissimo nella stampa specializzata.
Molte aziende che producono software di realtà virtuale, tra le quali
Scruta, Tomorrow Today, Kokoromi, Politron,
appresa la notizia,
hanno pubblicamente annunciato
di non aver più intensione di rendere
i propri prodotti compatibili con l'Oculus Rift,
di fatto boicottandone l'azienda
e favorendone i concorrenti,
perchè non trovano etica l'idea di collaborare con qualcuno
che pubblicamente aveva annuciato
di supportare un gruppo
distintosi per la diffusione di meme razzisti e xenofobi.
Quindi facendone più una questione non vogliamo lavorare con qualcuno
che semina odio, più che
preferiamo votare democratico o preferiamo
repubblicano.
Cosa succede quando improvvisamente questo mondo magico dell'Internet
incontra la vita reale
e potenzialmente rischia di danneggiare una compagna come Facebook
che altrettanto potenzialmente
potrebbe decide di vendicarsi facendoti un culo così?
Si torna sui propri passi. Ovviamente.
Il milionario, con un post pubblico, quindi
sempre sui social, ha negato di essere legato al progetto anche se in
effetti, in passato, ad alcuni giornalisti aveva detto di essere ben più che legato ma
non fa niente
e di aver semplicemente donato
10.000 dollari alla causa
perché interessato alla freschissima idea
di comunicare con i giovani elettori
tramite cartelloni pubblicitari aggiungendo quello di non sopportare
né Trump
né Hilary Clinton, eh.
Nessuno! Perchè mai supporteresti un gruppo
apertamente pro qualcosa
se sei contro quel qualcosa
ma di essere libertario, di voler votare il terzo candidato, Gary Johnson,
quello di "Cosa è Aleppo?",
la quale esistenza è di fatto un'ottima scappatoia per sfuggire
a qualsiasi accusa di preferenza politica negli Stati Uniti.
Sei di destra? Sei di sinistra? Naaaa!
Voto libertario.
Un partito che non vincera mai, quindi non sono una minaccia.
Possiamo ancora essere amici
un po' come dire :"Voto Civati". Ovviamente alcuni hanno criticato la scelta
parlando di libertà d'espressione, boicottare Oculus
Je suis Donald Tump e tutto il resto,
e alle volte è ridicolo quando ci si rende conto che questa campagna elettorale
si combatta
anche a colpi di meme e altre robe sul Web,
tipo lo scandalo di Pepe the Frog,
del quale abbiamo parlato la settimana scorsa.
Insomma, stiamo parlando in effetti della persona
che controllerà la nazione più influente, ricca e potente del pianeta
però, di nuovo, è semplicemente questione di rendersi conto
che, anche se si fa finta
che il Web sia soltanto uno sfogatoio (in tutti i sensi, in siamo il paese
che consuma piu porno del pianeta)
non dimentichiamocelo,
anche se si gira la faccia dall'altra parte, il mondo si muove in Rete,
le comunicazioni avvengono sul Web
e il consenso politico si conquista
anche su Internet.
Come al solito, chi lo ha capito
andrà avanti,
chi no rimarrà al bar ad ammuffire,
mentre il mondo diventerà progressivamente più difficile
da comprendere.
Anche queste persone, probabilmente, voteranno un uomo con la clava
che la sbatterà fortissimo
sui computer che controllano gli armamenti nucleari
e di conseguenza moriremo tutti, tirandoci dietro tutta la boria di chi
è convinto di saperla più lunga degli altri.
Altre cose interessanti della giornata:
Innanzitutto
questo!
Evvivaa! Vitale amici miei
E quando dico "vitale" intendo che se vi vedo indossare questa roba
mi ammazzo.
Ok?
Gli occhiali di Snapchat.
Ora...
Snapchat ,o come si fa chiamare adesso
Snap Inc.,
copiando senza ritegno il nome di uno dei migliori gruppi eurodance mai creati,
(ma tanto che cazzo ne sanno i millennials di canzoni come
"Rhythm is a Dancer"?),
ha "inventato" questi.
Aaaaahhhhhh!
Gli occhiali con la telecamerina, per riprendere i momenti migliori della tua vita
e metterli online...
"Ma Shy, sono come Google Glass?"
Nope
Sono soltanto degli economicissimi occhiali da sole di plastica
con la telecamerina che si vede benissimo, proprio,
come quelli che sono da sempre sul mercato,
ma
che vendono pubblicizzati con frasi diverse dai soliti:
"Sii come un agente segreto:
riprendi le cose, scarica tutto sul computer
e poi masturbati furiosamente".
In questo caso
No!
Perché non scarichi tutto sul computer;
scarichi tutto sul telefono via Wi-Fi o Bluetooth.
Mentre per la parte della masturbazione
non cambia niente
visto che il sesso sarà la principale ragione per la quale questi occhiali
verranno venduti.
Per il resto
oggi la stampa è impazzita per questa cosa,
la vedo ovunque e...
non sono particolarmente interessato dal video di presentazione.
Inoltre, gente con lo skateboard, quindi...
Nel frattempo, in tanti mi avete segnalato che
in Polonia, apparentemente a seguito di recenti sondaggi,
secondo i quali il 58% dei cittadini è d'accordo,
il parlamento ha iniziato a esaminare un disegno di legge
che vieterebbe ogni forma di aborto
in un paese nel quale è di fatto già vietato interrompere le gravidanze
nella quasi totalità dei casi eccezione fatta per:
pericolo di vita per la madre, gravissima malformazione del feto o stupro.
Solo in questi casi, negli altri non puoi decidere
e a quanto pare non è abbastanza per la Polonia.
Spinti da influenti gruppi religiosi cattolici,
perché non è che soltanto l'Islam abbia il diritto di ospitare in casa movimenti radicali e fondamentalisti eh!
Anche i cristiani.
Il parlamento potrebbe quindi far diventare la Polonia l'ottavo stato nel quale l'aborto è sempre e comunque illegale
In buona compagnia per altro:
Cile, Repubblica Dominicana, El Salvador
Nicaragua, Malta e la Città del Vaticano
Ecco una mappa che mostra la situazione nel mondo
Nemmeno in Medio Oriente, complimenti Polonia!
E cercando, al contrario, di sventolare la bandiera del secolarismo e della libertà di espressione e di stampa,
in un paese come l'Italia
nel quale si fanno campagne a favore della fertilità
perché tanto "Dai! E fallo un figlio! In qualche modo farai"
anche se poi allo stato fottesega di te
e alla gente fottesega di te
e anzi pigliati un calcio in culo che sei madre a 23 anni
e "quindi sotto sotto ti piace scopare eh?
Sei cagna! E quindi vivi ancora con i tuoi genitori col figlio!
Sei pure bambocciona!"
E nel quale si invoca
all'invasione armata della Francia
perché un giornale francese,
non il governo francese,
non tutti i francesi,
ma quattro disegnatori di nazionalità francese
fanno una vignetta di cattivo gusto...
In virtù di tutto questo...
Questa roba qui.
Questo è un miliziano dello Stato Islamico
in quella che, secondo l'autore,
è la sua idea di paradiso.
Ovvero un posto dove si fa quello che si vuole,
si hanno donne, si beve e Dio è il tuo servo
pronto a fare quello che vuoi
come portarti degli anacardi e pulire per terra.
Mi piace questa vignetta
credo descriva molto bene
la visione distorta che certe persone hanno della religione.
Autore: ignoto.
La conosciamo perché l'ha pubblicata sul suo profilo Facebook
questo giornalista: Nahed Hattar
ucciso ieri mattina con tre colpi di pistola
fuori da un tribunale nel quale attendeva di essere processato
proprio a causa di quella vignetta,
accusato di blasfemia per averla pubblicata su Facebook.
L'uomo aveva 56 anni
era un sostenitore di Bashar al-Hassad in Siria
ed era di famiglia cristiana anche se apparentemente non praticante.
Allo stato attuale delle cose si pensa che a ucciderlo sia stato un fanatico
proprio per la vignetta
perché l'attentatore è stato arrestato
ma la sua identità e le sue motivazioni
non sono state ancora rivelate.
Quindi è ovviamente presto per trarre le conclusioni
ma questa notizia mi intristisce e volevo darvela lo stesso
nel caso non ci saranno Je suis Charlie,
non ci saranno parate, nessuna indignazione di massa,
nessuno si metterà sulla faccia
la bandiera della Giordania
anche perché questa non è la bandiera della Giordania
è questa
non è vero, è questa
è questa
è impossibile distinguere queste bandiere
sono tutte uguali tra loro
comunque giusto per ricordare che qui,
per ora, al massimo quando pubblichi qualcosa di "offensivo" su Facebook
ma neanche a questo livello importante una qualsiasi minchiata
nessuno ti spara al massimo la gente ti blocca
o ti offre un blog sul fatto quotidiano
in ultimo sottolineiamo una cosettina e poi c'è ne una casettina ok perfetto
questa roba qui amici miei questa roba qui i referendum tenutosi nel canton
ticino in svizzera
al quale 58% degli aventi diritto
ha votato
in maniera positiva, sì all'iniziativa hastag che se no
insomma senza hastag dove vai
prima i nostri aaaah
che freschezza sembra quasi di aprire una bella bottiglia di coca cola
ghiacciata
lasciato sotto al sole per 200 anni
gli svizzeri del canton ticino hanno chiesto un referendum
propositivo che ha valore 0 a parte appunto
proporre qualcosa che poi nel caso il parlamento prenderà in considerazione
che nel mercato del lavoro
venga privileggiato a pari qualifiche professionali
chi vive sul territorio, quindi
una versione svizzera del padroni
a casa nostra la svizzera infatti a questo problema e facendo le
virgolette con le mani non soltanto per rendere facile la vita di tutti quelli
che mi imitano nelle varie parodie sul web
ma perchè il ticino ha il 3,1% , di disoccupazione quindi di fatto
non è un problema dei frontalieri ovvero degli italiani
che in genere vivono a Como o a Varese e che tutti i giorni varcano il confine
per svolgere
la loro attività
in svizzera
quindi a tutti gli effetti sono immigrati che gli rubano il lavoro anche
se non rubano il lavoro a nessuno perché non è così che funziona
ma inutile che stiamo a spiegarlo di nuovo la cosa che trovo fantastica e
l'indignazione incredibile e il rinnovato nazionalismo che si è
scatenato nei miti cuori italici all'apprendere questa notizia come se in effetti gli
svizzeri ci avessero appena pugnalato alle spalle fratelli svizzeri cosa fate siamo tutti
contro i neri non confondetevi
guardate Maroni come si è triggerato
faccedo sapere che vigilerà affinchè
gli italiani
non vengano discriminati aaaah
a quindi è così quando gli altri vengono da noi ci rubano il lavoro, vengono
qui per rubare
vengono qui ma non vogliono integrarsi, vengono qui
per mandare i soldi a casa fanno concorrenza sleale italiani prima noi
poi se c'è posto gli altri, ma
quando siamo noi ad andare fuori allora non è più così siamo grandi
lavoratori che vanno tutelati, ma com'è sta storia?! Trovo fantastico che in
tanti dicono che non è la stessa cosa rispetto agli africani che vengono qui
che va beh già è incredibilmente generico
senza però fornire alcun tipo di argomentazione, perchè
attenzione
gli svizzeri in questo caso
non ce l'hanno con l'immigrazione clandestina
ce l'hanno con immigrazione italiana regolare
che secondo molti ticinesi
abbasserebbe gli stipendi perché gli italiani lavorerebbero
a meno. Quindi mettiamo da parte i clandestini che è giustamente vanno
salvati in mare e poi rimpatriati l'migrazione passa per delle regole
e quelle regole vanno rispettate non l'ho mai messo in dubbio e giusto così.
Ma tutti gli immigrati regolari,
vorrei capire, quelli che vengono
da qualsiasi parte del mondo, dal Sud America, come dall'Africa, come dal
Medioriente,
come da altre parti d'europa gli albanesi, i croati, i bulgari, i polacchi
ci rubano il lavoro oppure no?
Prima gli italiani o no?
E se questo discorso lo facciamo noi,
lo possono fare anche gli altri di noi senza che ci offendiamo?
Perchè chiudendo con una nota personale, per aggiungere qualcosa alla discussione,
io sono sardo, sono italiano e sono europeo.
La maggior parte degli italiani
della Sardegna non sa niente a parte spiagge, accento, pecore e capacità amatorie
di certo a causa dell'incapacità della mia gente
di promuovere la propria terra e la propria cultura
ma anche perchè la Sardegna è lontana, siamo qui
siamo isolati se non ci devi venire,
non ci passi, ed è un peccato. Questo isolamento ha portato gli italiani ad
avere lo stesso atteggiamento in passato nei confronti dei sardi,
che si ha adesso nei confronti di qualsiasi extracomunitario, ce lo siamo già
dimenticati. Quindi sono aggressivi, sono ladri, ci rubano il lavoro, stuprano le nostre
donne,
eccetera
l'altro giorno ho fatto una battuta in merito ai sardi che rubano il lavoro
e la maggior parte di voi, l'ha, ovviamente,
trovata divertente
ma semplicemente perché quella linea per terra e' stata cancellata ormai
ma se domani non fosse più così
sembra così strano? Facciamo una cosa
per chi avesse voglia
vi lascio in descrizione un articoletto
piccolo piccolo piccolo
leggetelo
secondo me è interessante
fatemi sapere se vi ha arricchito un minimo, nel frattempo questo è tutto
per oggi
grazie per aver guardato ho detto arricchito.... l'ho detto più a sardo così da
dimostrare l'attaccamento alla terra
eccetera
grazie all'alfiere
e alla regina di oggi che ci mandano questa foto
non sono sicuro se me la state mandando da Napoli
ma sono Pierangelo e Alessia 2 ingegneri biomedici
che si sono conosciuti proprio
alla Federico II e quanto pare
lui è pure un cantante ed è molto importante che io specifichi questa cosa
per qualche ragione
detto questo,
grazie per essere arrivati fino a qui, grazie per aver aperto il lunedì con me
come al solito e quindi ci vediamo domani alle 18 sto facendo dei gesti che non hanno
alcun significato