Cookies   I display ads to cover the expenses. See the privacy policy for more information. You can keep or reject the ads.

Video thumbnail
SALVE!
Voglio cercare di rendere la questione sull'Italicum interessante e divertente
prima di passare oltre
ma non ho idea di come farò.
Mi sembra di essere in procinto di costruire una battuta che sia contemporaneamente incentrata
su diarrea e aborto da tirare fuori a sorpresa alla cena di compleanno dei genitori della nuova fidanzata.
Può sembrare una pessima idea
mischiare due cose che non possono andare bene insieme,
ed è esattamente così.
Partiamo dalle cose ovvie:
Quando ci sono le elezioni si eleggono i rappresentanti di Camera e Senato contemporaneamente,
quindi al Senato voto Antonio Razzi, alla Camera voto Carlo Sibilia.
Poi se un dio esiste a quel punto mi avrà fatto cadere le mani
ma siccome non possiamo mai avere una gioia ora abbiamo due leggi diverse che eleggono senatori e deputati
e il Governo per funzionare deve avere il supporto di entrambi i rami del Parlamento.
BENE!
Partiamo dalla Camera, quella modificata dal così detto Italicum,
una legge che tramite uno scontro iniziale e poi un testa a testa successivo, il ballottaggio,
avrebbe assegnato la maggioranza assoluta a un partito indiscusso vincitore.
Benissimo. La consulta ha detto NOPE e ha bocciato il ballottaggio. Non sappiamo ancora perché e lo scopriremo in futuro
ma il punto è: niente secondo turno. Chi vince al primo giro vince tutto. Semplice, no?
NO! Non abbiamo nemmeno iniziato. La consulta ha mantenuto intatto il premio di maggioranza che è un bonus, previsto dalla legge,
consegnato al vincitore. Quindi prendi molti voti e arrivi primo? Il sistema te ne assegna ancora di più
in modo che sia assicurata la maggioranza al più eletto.
Ma per evitare che governi uno che ha preso troppi pochi voti e che quindi non sia espressione popolare
il premio va a soltanto che raggiunga da solo il 40% dei voti.
Come bene immaginate, a meno che a correre non siano personaggi popolari e di fantasia che tutti vorremmo vedere al potere come, che ne so,
Batman, Enrico Papi o Mussolini, per qualsiasi partito raggiungere il 40% dei voti è difficilissimo
e senza ballottaggio si rischiano governi molto instabili.
Ecco: "Molto instabili" è una parola brutta, è la parola del giorno. Prendiamola un attimo in considerazione.
Politica significa compromesso. Giusto? S... NO! Nel senso sì ma agli italiani non piacciono i compromessi, specie tra i partiti.
Le così dette Grandi Intese come questo governo: destra e sinistra assieme appassionatamente che ovviamente non fanno cose né propriamente di destra né propriamente di sinistra.
Un sistema che non elegge un chiaro vincitore facilita grossi governi di coalizione, ovviamente,
perché, anche se nessuno può governare da solo, qualcuno dovrà pur governare.
Bene! Per ovviare a questo problema si sarebbero potute fare delle grandi coalizioni
come nel passato. Quindi, che ne so, per esempio, Lega, Forza Italia, Ncd, Fratelli d'Italia, Forza Nuova, Casapound, quel parente che rimpiange zio Adolfo che tutti quanti hanno,
tutti quanti formano un gigantesco agglomerato di destra per prendere più voti possibili.
Ma l'Italicum assegna il premio alle singole liste proprio per evitare le ammucchiatone.
Quindi con le cose messe così, è da escludere pure quella roba.
Ora ipotizziamo che comunque, anche con l'Italicum modificato, emerga un chiaro vincitore alla Camera.
Diciamo che vince il Movimento 5 Stelle da solo, che secondo me è il grande favorito alle prossime politiche. Difficile ma facciamo finta.
40%, premio di maggioranza e "a riveder le stelle". Quindi? Governano loro? Di Maio Pesidente del Consiglio?
Non può succedere. A meno che non si alleino con qualcuno. Perché? Perché oltre a vincere alla Camera devi vincere al Senato.
E il Senato è un casino ancora più grande per sua stessa natura.
La stessa parola in latino "Senato", voi lo saprete (che studiate latino), significa "qui dentro è un puttanaio, non si capisce niente".
E' storia, studiate.
Il casino è dovuto al fatto che, vi ricordate il referendum che avrebbe dovuto depotenziarlo, il Senato?
Perché quel referendum, per chi fosse stato in coma negli ultimi mesi, è stato bocciato e Renzi si è dimesso.
E poi Donald Trump è diventato presidente, e il Regno Unito sta per uscire dall'Unione Europea, e gli Stati Uniti vogliono sfavorire il commercio internazionale,
e Renzi ha aperto un blog. Deve essere tutto un po' difficile per te, me ne rendo conto. Forse è meglio che torni in coma direttamente.
Di fatto il Senato, come dicevamo prima, è più attivo che mai, ma non essendo stato toccato dall'Italicum
viene eletto con una legge precedente, diversa, senza alcun premio di maggioranza.
Quindi magari vincono anche alla Camera ma molto difficilmente vincono contemporaneamente al Senato.
Perché il Senato non ha e non può avere secondo la Costituzione il premio di maggioranza?
Perché, per farla proprio semplice, il Senato deve essere rappresentativo delle regioni.
Quindi se tu gli dai un premio di maggioranza incasini il sistema. E' più complesso in realtà ma teniamocelo così.
Serve giusto per capire una cosa: se si votasse così alla Camera sarebbe difficile avere un chiaro vincitore, al Senato sarebbe praticamente impossibile.
Risultato? Larghe intese.
Praticamente uscirebbe lo stesso Governo di adesso. Perché se i grillini non si alleano con nessuno, ad allearsi sono centro-sinistra e centro-destra.
Di nuovo.
Quindi cosa succede adesso?
Grafichetta, ne parliamo un attimino e poi parliamo d'altro.
Cosa succederà adesso?
Adesso tutti i partiti cercheranno di remare verso la direzione che più conviene loro.
Non per il bene del Paese ma per il LORO bene.
Che poi ogni partito sia convinto di essere ciò che è meglio per la nazione,
dai grillini ai pdini, dai leghisti ai forzisti, agli alfaniani (che è una parola che ho appena inventato,
è una roba che non esiste, come gli elfi delle fabbriche) quello è un altro discorso.
Una strada molto praticabile sembrerebbe quello di riportare il Mattarellum in vita,
una legge che piace un po' a tutti. Favorisce il voto decentralizzato.
Dovesse essere parleremmo meglio, ora non è così importante e poi CHE PALLE!
Che pare potrebbe piacere al PD e alla Lega e favorire, da quanto si apprende in delle simulazioni fatte a dicembre,
a nord il centro-sinistra e a sud il Movimento 5 Stelle.
ma sono simulazioni e se c'è qualcosa che internet ci ha insegnato è che poi nulla di ciò che viene simulato online
risulta congruo con quella che è l'esperienza reale.
...
E' una battuta sul porno.
Scusate.
Allo stesso tempo il Mattarellum riporterebbe in auge le alleanzone
Quindi piace anche ai partiti più piccoli
che potrebbero allearsi a quelli più grandi e avere la sicurezza di entrare in Parlamento.
Cosa che con l'Italicum sarebbe stata più difficile per una serie di ragioni tecniche come le soglie di sbarramento.
Alla fine della fiera comunque l'unico al quale non piace questa roba
in queste ore sembra essere Berlusconi che vedendosi costretto ad allearsi con Salvini per vincere
rischierebbe di vedere il suo partito perdere di importanza nei confronti della Lega Nord.
Immagino che a quel punto farebbero le primarie per scegliere il leader tra i vari partiti,
e alla sola idea sento già l'odore dei popcorn.
Salvini, contro Brunetta, contro Meloni, contro Alfano.
AAhh speriam... SPERIAMO.
Un uomo può sognare.
Ovviamente sta già partendo il carosello di dichiarazioni: c'è infatti Maroni che chiede che si faccia la grande coalizione di centro-destra,
anche se la legge non è stata toccata ancora, chi vorrebbe andare subito al voto, chi no. Infatti in tal senso tutto torna.
A parte il fatto che c'è una parte del Partito Democratico (che è il partito di Governo) che vorrebbe però andare subito a elezioni.
Che a livello strategico non ha senso. Quindi, insomma, il buon vecchio PD.
Quello che sognavano i nostri padri.
Quando erano ubriachi la sera.
Una cosa molto importante da capire comunque è la seguente:
se coltivate sogni bagnati di un partito, non una coalizione, un gruppone, una greppa... un SINGOLO partito
che da solo governi
non succederà questa roba. Mi spiace.
Non con il sistema attuale perlomeno.
All'orizzonte si vedono soltanto due cose:
o ammucchiatone o larghe intese.
C'è rimasto pochissimo tempo ma ce la posso fare.
Innanzitutto Donald Trump che firma cose
e che ha recentemente firmato ALTRE cose,
dette anche ordini esecutivi dai più pignoli,
uno dei quali è molto discusso ovvero la costruzione del muro
che è una roba interessante perché, tenendo conto che una cosa è dare l'ordine dell'inizio dei lavori
una cosa è farli i lavori, in Italia questa differenza la conosciamo piuttosto bene.
Tantissimi avevano negli ultimi mesi derubricato la storia del muro a semplice favoletta,
un modo diretto di fare capire che si vuole fare controllo serio dei confini, non necessariamente costruirlo un muro.
A quanto pare non è così e sono stato uno di quelle persone e sono un po' impressionato
e anche un po' incuriosito.
Di nuovo, tra il dire e il fare ci sono miliardi di dollari di cemento
però è interessante vedere Trump cercare di rimanere coerente con le sue promesse.
Staremo a vedere.
Super interessante.
Nel frattempo Lapo Elkann ha visto archiviate dal giudice le accuse a suo carico negli Stati Uniti.
Vi ricordate la storia, no? Lapo che va in America per lavoro e poi finisce per inscenare un rapimento
nel tentativo di estorcere soldi alla sua famiglia.
Tentativo andato malissimo e famiglia che il 39enne ha ringraziato con un comunicato,
non essendosi presentato di persona in tribunale
ma avendoci semplicemente mandato gli avvocati.
Parlando di tribunali spostiamoci in Russia,
settimane fa aveva fatto scalpore la proposta di una senatrice,Yelena Mizulina,
affinché il reato di violenza domestica, chiamiamolo così per semplicità, fosse depenalizzato.
In soldoni allo stato attuale delle cose se picchi il tuo partner o tuo figlio in Russia
vieni processato per aggressione e rischi sino a due anni di carcere.
Questa legge si propone di cambiare questa roba rendendo il reato punibile, in questo modo,
soltanto nel caso di reiterate aggressioni, quindi se picchi tua moglie due volte, una non basta,
e soltanto se causi dei danni seri all'altra persona.
Se queste due cose non sono rispettate, la punizione esiste comunque ma è soltanto amministrativa,
una multa sino a 30 mila rubli.
In Italia si è detta molta roba in merita a questa cosa:
1) che non sarebbe mai passata;
2) che inciti la violenza domestica
perché di fatto la normalizza.
Ora la legge è passata, nella Camera Bassa però.
Ora necessita di andare alla Camera Alta e poi una volta che Putin l'avrà firmata sarà legge.
E a quanto pare i gruppi di opposizione che volevano manifestare contro questa cosa non lo hanno potuto fare,
gli è stato impedito.
Aaaah Russia.
Da una parte c'è chi dice che questa cosa sia ridicola è che ogni violenza sia una una violenza
e vada punita come tale, non con un'ammenda.
Ma dall'altra ci sono i promulgatori della legge che affermano invece di star modificando la norma
in modo che punisca DAVVERO che picchia il proprio partner o il proprio figlio
e non chi, ad esempio, sculaccia il bambino per punirlo o tiri un ceffone al proprio partner.
Ora... Io ho cercato di essere obiettivo
e cercare di entrare nella mentalità di un legislatore che voglia migliorare la legge
e voglia essere sicuro che a finire in carcere sia effettivamente chi pesta la moglie o il marito e non altri.
Va bene.
Però...
sono arrivato di fronte a un muro quando ho letto le parole di Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino,
che ha affermato la difficoltà che si ha nel perseguire penalmente varie manifestazioni di relazioni familiari.
Cioè gli schiaffi, i ceffoni, che non recano molti danni fisici una volta ogni tanto:
quelle sono manifestazioni normali di relazioni familiari.
NO!
Sappiamo benissimo che in genere a un episodio violento in molti casi ne seguirà un altro
e a questo punto mi son davvero dovuto domandare se non ci sia proprio un'impossibilità di comprendersi a livello culturale
tra la nostra società, che in larga parte rigetta comportamenti violenti, o vorrebbe farlo,
e quella russa che pare essere più tollerante in tal senso.
Non lo so.
Non lo so. Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti.
E questo è pure tutto per oggi, grazie per aver guardato!
Grazie mille a Fabio, alfiere di oggi, che mi manda questa foto dalla Scozia.
Fabio, la tua mail è fantastica e mi è stata super di ispirazione.
Non condivido la tua storia soltanto perché non ne ho avuto il permesso ma è bellissimo per me
conoscere i vostri percorsi di vita.
A tutti gli altri fate i bravi e ci vediamo domani.