Cookies   I display ads to cover the expenses. See the privacy policy for more information. You can keep or reject the ads.

Video thumbnail
Ciao Gentaglia! Bentornati. Oggi
è successa una cosa interessante al Parlamento Europeo
Questo è Jean-Claude Juncker
il Presidente della Commissione Europea
il funzionamento dell'Unione tra parlamento
Commissione e Consiglio, è un po' complicato
quindi semplifichiamo moltissimo
per capirci, uccidendo dentro
tutti i laureati in Scienze Politiche, ovviamente
perchè è così
che si diventa uomini. Per chiarezza: la Commissione Europea
è un po' come il Governo d'Europa
è i vari commissioners, uno per stato, sono i Ministri
d'Europa, ognuno con degli incarichi speciali. La nostra
Federica Mogherini, è piuttosto nota per essere la
rappresentante dell'Unione Europea all'estero.
In questo quadretto, tenendo presente che è molto, molto
molto più complicato di così, Juncker è come se fosse il
Primo Ministro d'Europa. Quindi dite ciò al vostro Presidente
e come al solito un uomo può sognare,
Primo Imperatore Galattico Europeo. Anche se parla francese
Spero sia ok per voi, io non capisco una parola
ma per lui, sono disposto a soprassedere.
Junker è stato anche il corrispettivo di Obama
che YouTube ha scelto per sottoporlo
ad un'intervista con degli youtubers l'anno scorso, vi ricordate?
Ad intervistare il sempre frizzantissimo Jean-Claude,
sono stati, mmmh...
Letizia, Jonas e
Lukasz
Youtuber europei che tutti noi conosciamo e amiamo
e sappiamo perfettamente chi siano e i quali contenuti
rimarranno sempre nei nostri cuori, a patto che nessuno
faccia delle domande in merito...mai. Questo è invece
Antonio Tajani, il Presidente del
Parlamento Europeo, quindi come se fosse il corrispettivo
di Grasso e Boldrini messi assieme
più o meno. è la persona che presiede le
sedute parlamentari.
Bene. Ora immaginatevi se Gentiloni andasse a
Palazzo Montecitorio e dicesse: "il Parlamento
italiano è ridicolo, voi siete ridicoli e
non parteciperò più a delle sedute qui dentro"
e fosse per questo cazziato dalla Presidente Boldrini.
Perchè è quello che è successo, solo che i protagonisti
sono Juncker e Tajani.
Che ancora una volta è più complicato di così ma credo che a questo
punto ci siamo arrivati ed i commenti in merito saranno
forse sotto il 50%. Il problema
è questo: stammattina il Parlamento era riunito
in sessione plenaria, che sono i momenti più
importanti, per il Parlamento Europeo
nei quali si discutono e votano le cose più serie.
Se fossimo in Star Wars sarebbero le scene fantastiche
dove i mostricciattoli galattici prendono la parola
e dicono cose incomprensibili
dal loro seggio tondo e litigano. Avete presente?
E poi applaudono quando sentono dire che la democrazia
è finita ed inizia l'Impero. Storie di fantasia che
non potrebbero mai e poi mai accadere qui sul pianeta Terra...
Il Presidente Juncker se l'è molto presa perchè,
mentre si teneva una sorta di dibattito conclusivo dei sei mesi
passati, sto ancora semplificando molto,
la situazione tra i banchi era
un po' meno affollata di quella in Star Wars.
Tipo che non c'era nessuno... Secondo il Presidente
la ragione è la seguente, molto semplice:
trattandosi dell'incontro conclusivo della presidenza
di Malta, perchè ogni sei mesi la presidenza del Consiglio
spetta ad un paese differente, Juncker
ha sottolineato come a nessuno freghi
niente dei Paesi più piccoli e deboli
dell'Unione, tendenzialmente, ma che se in quello
stesso momento fosse stato presente Macron o
Angela Merkel, i banchi sarebbero stati
piuttosto pieni, che un pò vero ed è
qualcosa che colpisce tremendamente vicino a casa
in questo periodo. In questi giorni, l'Organizzazione Internazionale per le
immigrazioni, ha fatto sapere che da gennaio di quest'anno
ad adesso, luglio, i migranti arrivati
in Europa sono stati 101.000,
85% dei quali è sbarcato qui, con invece
il 9% arrivato in Gracia, un 6% in Spagna
e qualche centinaio di persone sparse qui e li,
principalmente Cipro.
E 85.000 persone che ti
arrivano in sette mesi, con il numero destinato ad
aumentare moltissimo in estate, quando le
partenze sono di più, ormai l'abbiamo visto,
a causa delle più facili condizioni del mare alle quali dare
un posto dove stare, da mangiare, servizi di prima necessità
e da instradare nel processo di identificazione,
sono tante. Nonostante questo, in Europa
tutti se ne fregano, è un problema solo nostro. Lo ha,
in un certo modo, fatto capire Macron pochi giorni fa, a parole
dicendo chiaramente che la Francia, migranti
economici non ne vuole e lo ha fatto sapere
l'Austria con i quasi fatti, minacciando
di schierare l'esercito al confine con l'Italia per impedire
che queste persone lascino il nostro paese
e vadano nel loro. Ed in Austria il governo è
quello dei Verdi di Van der Bellen, quindi non oso immaginare
cosa sarebbe successo se avesse vinto l'estrema destra di
Hofer invece, non so, missili su
Merano e Bressanone, immagino... Sono ancora convinto
che queste persone possano potenzialmente
rappresentare una risorsa per il nostro paese?
Si, non ho affatto cambiato idea.
Più persone arrivano, più entrano nel mercato
nuovi potenziali lavoratori, che
sono sia persone che producono cose e servizi, che
siano pomodori, o pesche, o strade pulite,
o mattoni, o pizzette, ha un po' poca importanza,
sia persone che compreranno poi cose
dagli altri permettendo all'economia di crescere
oltre alle influenze nel nostro genere rap. Vuoi mettere i rapper
italo-africani-tunisino-libici che
salterebbero fuori da qui a qualche anno? Sarebbe una bomba,
dai, diciamo la verità, una bomba. Lo stesso
Tito Boeri, questo tizio, il Presidente dell'INPS che
è peraltro qualcuno che parla spesso di troppi soldi alle classi
dirigenti e troppi pochi ai giovani e quindi
tanti di noi hanno tutto l'interesse ad ascoltare
quello che dice, è stato molto chiaro:
la chiusura delle fontiere ai cittadini extracomunitari
nei prossimi 22 anni, farebbe
risparmiare alle casse dello Stato, 35 miliardi
ma causerebbe anche 73 miliardi
in meno causati dalla mancanza di
contribuzione delle persone che qui
non lavorerebbero più, proprio a riprova
di quello che stavo dicendo. Se anche
tutte queste altre persone venissero messe nelle condizioni
di lavorare come questi migranti, perchè è ovvio che uno
che è arrivato ieri dal barcone non sta lavorando oggi
e quindi non sta contribuendo, rappresenta un'opportunità
per tutti, non un peso che ti trascini dietro
per forza, per sempre, sino alla morte.
Questo però non cancella il problema, perchè i migranti
arrivano e sono molti e affinchè tutte queste persone,
o la maggior parte perchè poi chi è affetto da
scazzo cronico nasce a tutte le latitudini,
possano diventare delle risorse, nell'attesa che la situazione
all'estero si stabilizzi e le partenze
diminuiscano, perchè non è che si può continuare così per sempre,
devono essere accolte in un sistema non emergenziale
in modo che ci siano tempo e risorse
per far fronte al problema. Buttando
le persone nei centri, non è che stai esattamente
risolvendo alcunchè e, su questo,
sembrano essere d'accordo più o meno tutti
sia a destra, che sinistra, che
mai a destra mai a sinistra eccetera eccetera, quelle robe li... L'unico modo è quindi
che tutti gli altri paesi d'Europa, non si tirino indietro
ma oggi con l'Austria che minaccia
addirittura di mandare i carriarmati al Brennero e millemila
altri paesi che dicono "No, noi non vogliamo nessuno",
è palese che l'Europa continui ad essere
assente, perchè risponde soltanto
quando sono i grandi Paesi a fare la voce grossa,
proprio come dice Juncker.
Ed alla faccia del partiti di estrema destra che
parlavano di abolire Schengen. Vi ricordate?
I trattati di libera circolazione. Avete sentito qualcuno ancora
affermare questa stronzata, recentemente?
O è improvvisamente diventato palese che con i confini
militarizzati per noi diventa ancora
più complicato? Detto questo, oggi la Commissione Europea
quindi il Governo che propone le
leggi e le iniziative che poi andranno discusse,
ha presentato il suo piano d'intevento. Ne parliamo nel prossimo blocco.
Premessa: tutto questo è in teoria, le discussioni
in merito inizieranno tra qualche giorno
a Tallin, in Estonia, e tutti potranno litigare
appassionatamente. Ma il piano è questo, lo riassumo
al massimo:
1. cosa fa l'Europa per l'Italia?
Offre più soldi, innanzitutto. Fondi ulteriori
che serviranno ad aiutare il nostro paese a far fronte
ai costi dell'accoglienza, ma anche altre cose come
la creazione di uno squadrone di esperti
in rimpatri, qualsiasi cosa sia,
e la creazione di un nuovo programma
di reinserimento dei campi profughi nei paesi europei, che è
il grosso problema
perchè tutti sono disponibili alla solidarietà
ma da lontano, poi i profughi non li vuole
nessuno. Si sollecitano anche i paesi ad
aumentare maggiormente il proprio contributo al fondo per l'Africa
che sono i soldi che già vengono impiegati per
"aiutarli a casa loro" in modo da
raggiungere la cifra prefissata di 2,6 miliardi di euro.
Oltre questo, l'Unione
vorrebbe collaborare meglio con Egitto, Libia e Tunisia
spingendole a pattugliare le proprie acque territoriali e
aumentando la collaborazione tra paesi
che è un'ottima idea, sulla carta.
2. Cosa dovrebbe fare l'Italia secondo Bruxelles, invece?
Velocizzare i rimpatri, in primis, anche
rendendoli un po' più dozzinali, credo
perchè se mi scrivi che "Si raccomanda di elaborare
un elenco nazionale di paesi di origine sicuri",
quello che io sento è che, devo dire,
"ok, la Nigeria è un paese più o meno sicuro,
chiunque venga dalla Nigeria verrà automaticamente respinto
per fare prima, arrivederci".
Questa parte sarà oggetto di dibattito, nel caso.
Secondo punto importante, l'Italia dovrebbe preparare,
consultandosi con la Commissione, un codice di condotta
per le ONG private che operano nel
Mediterraneo, in modo da dire chiaramente cosa
possano fare e cosa invece non
possano fare, così si chiarisce una volta per tutte
questa storia del "sono andati troppo in lì", "sono andati troppo in qui",
"si, ma se ci sono le organizzazioni private
allora ci sono anche più partenze"
Insomma quel tipo di robe li, che abbiamo visto anche troppo in
questi mesi. Tutto questo mentre si continua a cercare di
modificare la famosa convenzione di Dublino,
quella che dice che è il primo paese che riceve un
rifugiato a doversene fare carico
e che tutti quanti in Italia detestano. Quindi,
come si legge tutta questa roba qui? Personalmente
la leggo come un tentativo politico di mettere una pezza
al problema degli egoismi nazionali dei quali
parlavamo prima e al contrario
di cercare di dimostrare che l'Europa
non è morta, anzi che questo sia un segno
di come l'Unione sia necessaria, che non significa che andrà
tutto bene, ripeto, bisognerà vedere le puntate successive
però perlomeno si smuove qualcosa. Anche se, come al solito,
a ritmi incredibilmente più lenti di quelli che
sarebbero effettivamente necessari.
è un po' come aspettare che arrivi la cavalleria,
ma sapere che la cavalleria è composta da guerrieri
a cavallo di tartarughe giganti che ogni tanto si
fermano per litigare tra loro e fare a gara di pisciate.
Bene, cos'altro succede oggi? Innanzitutto, in Francia,
che tra poco festeggerà la festa della Rivoluzione
Francese, quindi égalité, fraternité e tutte quelle cose li,
ma non per gli immigrati demmerda,
grazie Macron, sei un campione, per fortuna che non ha vinto la
Le Pen,
ed i festeggiamenti si terranno negli Champs-Élysées
dove un tizio aveva intenzione di organizzare
un ennesimo attentato, come al solito, ma
plot twist, non è un immigrato che ci ruba
il lavoro, ma un francese nazionalista, già
arrestato per aver simpatizzato con il terrorista
Anders Breivik e condannato a 3 anni,
che, a quanto pare, aveva intenzione di comprare un Kalašnikov
e si è messo a chiedere informazioni in merito
su alcuno forum di videogiocatori.
Bravo! è stato arrestato, ovviamente, dopo esser stato
segnalato da alcuni utenti e la cosa più bella non è che ha
ammesso di voler sparare sul presidente per
mandare un messaggio contro arabi ed immigrati,
o che sia stato arrestato nella sua stanzetta
perchè parliamo di un 23enne, ma che
non è nemmeno chiaro se ci muoviamo nel campo di
persona molto pericolosa o persona molto
stupida. Perchè, in entrambi i casi, comunque
verrà processato per tentato attacco terroristico.
Quindi c'è questo. La seconda cosa, ma lo sapete già,
il buon Kim Jong-un. Siamo ripartiti
da due giorni ed eccomi già qui a parlare di lui.
Nella notte, infatti, guarda caso in concomitanza con il 4 luglio,
la festa dell'Indipendenza Americana, ma son sicuro
che è casuale, la Corea del Nord ha
testato un nuovo missile apparentemente diverso da
tutti gli altri testati in precedenza, che
è poi finito nel mare del Giappone, molto vicino
peraltro, alle acque territoriali giapponesi
perchè, in quel caso, sarebbe
stato un casino ancora più grande, si tratterebbe
di una possibile aggressione, quindi c'è una differenza:
quando diciamo "mare del Giappone" non diciamo "in Giappone".
Il missile, a quanto pare, è il primo di natura balistico-
intercontinentale, in grado di viaggiare per lunghissime distanze.
Tutti gli esperti interpellati, infatti, sembrano
particolarmente preoccupati per il fatto che
l'ordigno ha viaggiato per quasi
40 minuti coprendo 930 chilometri
e che sarebbe quindi bastato cambiare la traiettoria
abbassandola, per colpire obiettivi anche
distanti, compresi gli Stati Uniti. Questo ero io
che cercavo di spiegare le traiettorie, no? Perchè se è più alta poi fa così
e invece se è più bassa va più lungo.
Scienza. Donald Trump ha quindi scritto
i suoi tweet, premendo affinchè siano i
cinesi a fare qualcosa ed il Primo Ministro giapponese
ha nuovamente espresso le sue preoccupazioni,
che non è strano, ma la situazione è questa.
Il solito stallo. Un po' come in Overwatch
o altri giochi competitivi simili. Anche nello sport, immagino.
Non importa quanto lunga sia la partita, la gente cazzeggia tutto
e agisce concretamente per vincere
soltanto quando mancano 30 secondi
alla fine del match ed il disastro è ormai imminente.
E questo era tutto per oggi, grazie per aver guardato.
Alfiere e Regina di oggi, eccoli:
sono Tony e Susy che mi mandano una foto da Andalo
aggiungendo di essere veneti, il che rende tutto più
complicato, in effetti, ma apprezzo l'offerta di ubriacarmi
"come un veneto", testuali parole
perchè non sono il tipo da sfuggire a sfide di questo tipo,
caro Tony. Fate i bravi, a domani.